Home Page » Il Comune » Notizie dal Comune » lettura Notizie e Comunicati

27 gennaio: uno spettacolo teatrale per il Giorno della Memoria

mar 24 gen, 2023

Secondo la tradizione ebraica, quando si visitano le tombe di defunti mai conosciuti, si usa porre un sassolino, usando la mano sinistra. Ciò dimostra che qualcuno ha reso omaggio alla sua memoria.

Per celebrare il 27 gennaio 2023, Giorno della Memoria, domenica 29 gennaio alle ore 17 presso il Polo Culturale Il Mulino di Vione andrà in scena lo spettacolo ad ingresso gratuito “Stolpersteine. Pietre d’inciampo”, scritto e diretto da Pasquale Savarese e messo in scena dalla compagnia teatrale Cheproblemace’. È la storia di quattro giornalisti che, nel Giorno della Memoria, affrontano un interminabile viaggio in treno da Milano ad Auschwitz, facendo metaforicamente tappa in alcuni degli episodi più emblematici della Shoah, soffermandosi sulla cronaca degli eventi con la formula del racconto interpretato dagli stessi protagonisti.

Le pietre d’inciampo, Stolpersteine in tedesco, sono piccoli blocchi quadrati di pietra ricoperti di ottone lucente e posti davanti la porta di casa dove ebbe ultima residenza un deportato nei campi di sterminio nazisti: ne ricordano il nome, l’anno di nascita, il giorno e il luogo di deportazione, la data della morte. In Europa ne sono state installate già oltre 70.000. L’iniziativa è stata ideata dall’artista Gunter Demnig (nato a Berlino nel 1947) come reazione a ogni forma di negazionismo e di oblio, al fine di ricordare tutte le vittime del nazismo. Per spiegare la propria idea, Demnig ha fatto proprio un passo del Talmud: “Una persona viene dimenticata soltanto quando viene dimenticato il suo nome”.

Nel 2019, in occasione della Giornata della Memoria, il comune di Basiglio ha dato vita ad un evento iniziato il 20 e conclusosi il 27 gennaio: la maratona di lettura “Restituisco il tuo nome”, durante la quale sono stati letti ad alta voce il nome e il cognome di tutti i 30.632 deportati italiani, internati nei campi di concentramento tra il 1943 e il 1945; spogliati della loro dignità di esseri umani, varcando quei cancelli sono diventati niente più che un numero. Per la prima volta, a Basiglio è stato restituito il nome a tutte le vittime italiane della follia nazista, invitando chiunque lo desiderasse a partecipare, fermandosi anche solo per un minuto, a leggere e restituire il nome a chi ha il diritto alla Memoria. Hanno aderito in moltissimi, non solo cittadini di Basiglio, ma anche scuole, istituzioni, associazioni e parenti delle vittime. 

Anche oggi, e per sempre, a Basiglio non si dimenticano i loro nomi. Non si dimentica.

 

 

Allegato: 27 gennaio 2023.jpg (5272 kb) File con estensione jpg

Condividi questa pagina

Notizie e Comunicati correlati

mer 10 feb, 2021

Giorno del Ricordo 2021

"Il tempo sospeso" Poesie, diari, testimonianze per non dimenticare: l'amministrazione comunale ricorda la tragedia delle ....
gio 13 feb, 2020

Palestra per la mente

CORSI AL POLO CULTURALE “IL MULINO DI VIONE” PRIMAVERA 2020 Presentazione corsi sabato 22 febbraio - ore 15 Polo ....